Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
GIURISPRUDENZA Scuola di Giurisprudenza

Determinazione voto di laurea

La valutazione finale espressa dalla Commissione è in centodecimi e la prova si intende superata con una votazione minima di 66/110.

 

Il voto di laurea è la sintesi di tre criteri:

  • Voti conseguiti negli esami di profitto. Il voto di base della laurea rappresenta la media ponderata dei voti degli esami sostenuti dallo studente;
  • Tesi di laurea. L’elaborato attribuisce fino a un massimo di sette punti (da sommare alla media ponderata degli esami di profitto). Perché possa essere attribuito un numero di punti superiore a 4 l’elaborato deve affrontare una trattazione accurata ed esauriente dell’argomento, esprimendo autonomia e approfondita riflessione critica; le tesi di laurea particolarmente meritevoli possono essere segnalate alla Commissione dal Relatore con comunicazione scritta al Presidente della Scuola. A giudizio unanime della Commissione, la valutazione può eccedere in tal caso il punteggio massimo di sette punti;
  • Curriculum Studiorum. Se lo studente:
    • si laurea in corso (per le lauree magistrali: entro 5 anni e 6 mesi dalla prima immatricolazione, entro la durata normale del corso di studio; per la laurea triennale: entro 3 anni e sei mesi dalla prima immatricolazione, entro la durata normale del corso di studio, ottiene un ulteriore punto;
    • ha partecipato a programmi di mobilità internazionale, o ha acquisito almeno 12 CFU relativi a insegnamenti impartiti in lingua inglese, ottiene un ulteriore punto.

 

La Commissione, all’unanimità, può decidere di assegnare la Lode allo studente che abbia raggiunto il punteggio di Centodieci, in virtù della particolare qualità complessiva dei suoi studi e dell’elaborato finale.

 

Documento deliberato dal Consiglio della Scuola del 20.06.2019 e dai Consigli di Corso di laurea del 11.07.2019.

 

 

 

 
ultimo aggiornamento: 05-Set-2019
Unifi Home Page

Inizio pagina